Economia delle Amministrazioni Pubbliche

Università di Napoli «Parthenope»

Obiettivi formativi:

Obiettivo fondamentale del corso è fornire un quadro di riferimento generale sui momenti tipici dell’amministrazione economica (rilevazione, gestione ed organizzazione) delle aziende e delle amministrazioni pubbliche. Nell’ambito dell’economia delle amministrazioni pubbliche, oggetto privilegiato del corso saranno le A:P. territoriali, con particolare riguardo all’ente locale.

Il corso verrà dedicato: all’inquadramento aziendale dell’amministrazione pubblica in generale con particolare attenzione ai processi economici tipici; alla individuazione dei caratteri della “nuova” azienda pubblica locale; all’analisi del processo manageriale pubblico; ai modelli organizzativi e alle scritture contabili preventive, concomitanti e susseguenti. Particolare attenzione sarà dedicata alla contabilità finanziaria e a quella economica.

Programma esteso:

Le amministrazioni pubbliche quali aziende. Gli enti e le aziende del sistema pubblico. Articolazione della P.A. in Italia. Gli Enti Pubblici Territoriali quali realtà istituzionali dinamiche. I concetti di efficienza, efficacia ed economicità: peculiarità del settore pubblico. New Public Management e Public Governance. Dal modello di government a quello di governance nell’esercizio del potere e delle funzioni pubbliche. Evoluzione organizzativa della P.A.  La gestione dei servizi pubblici. Il trattato di Maastricht e la nascita dell’UEM. I criteri di convergenza. Il “Patto di Stabilità e Crescita”. Il “Patto di Stabilità Interno”. Il “Fiscal Compact”. Il principio del “pareggio di bilancio”.  Le fonti di finanziamento (proprie e derivate) di un’amministrazione pubblica territoriale. Il federalismo fiscale.  Il sistema contabile: evoluzione storica e ruolo nella governance. L’armonizzazione dei sistemi contabili: presupposti e finalità. I principi contabili. Il modello contabile finanziario-autorizzatorio. Il ciclo: pianificazione – programmazione – gestione – controllo. Il D.E.F. e il D.U.P. La relazione previsionale e programmatica. Il bilancio di previsione: aspetti generali e principi informatori. Il bilancio pluriennale. Il Piano Esecutivo di Gestione. La gestione: fasi di rilevazione delle entrate e delle spese. Le variazioni al bilancio e al PEG. Il metodo di rilevazione. La contabilità finanziaria potenziata. Il risultato d’amministrazione: avanzo e disavanzo. Il Conto del Patrimonio e il Conto economico: significato del risultato economico nelle APT. Il sistema dei controlli: dal DLgs 286/99 al DLgs 150/09. Controlli interni ed esterni. Finalità, cardini e attori del sistema. Il controllo di regolarità amministrativo contabile. I sistemi di misurazione e valutazione della performance: DLgs 150/09. Il piano della performance. Il riordino operato con il DL 90/2014. Il controllo della Corte dei conti.

PER LA PREPARAZIONE:

Sono fondamentali le slide, che vanno integrate con un testo,

TESTI CONSIGLIATI:

BORGONOVI, F. LONGO, G. FATTORE, MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE, IV EDIZIONE, MILANO, EGEA, 2015

Per i corsisti: materiali didattici forniti dal docente durante il corso e  messi a disposizione sul sito web.

TESTI DI APPROFONDIMENTO:

FARNETI, S. POZZOLI, Principi e sistemi contabili negli enti locali, Milano, Franco Angeli, 2005

POZZOLI, Il controllo direzionale negli enti locali, Milano, Franco Angeli, 2001

COSSIGA, Manuale di Economia delle Amministrazioni Pubbliche, Torriana, EDK, 2005

Modalità di accertamento del profitto:

Esame finale: Orale

 

01 Introduzione 2016 02 enti territoriali 2016 03 controlli 2016 04 bilancio 2016 05 revisione enti locali 06 servizi pubblici locali 2016